SelVATICO

Cotignola, Museo civico Luigi Varoli / 30.9 -26.11.2017

Casa Sponge 10

CHIONO REISOVA ART GALLERY

via Giolitti, 51

 

10149 Torino

into the woods

Villa Arte Contemporanea a cura di R. Moratto

"Into the woods"

Antonio Bardino,  Lindsey Bull,  Valentina D’Amaro,  Luca De Angelis,  Vera Portatadino

 

A cura di Rossella Moratto

da sabato 7 maggio 2016  al 18 giugno 2016

 

Villa Contemporanea è lieta di presentare “Into the Woods”, collettiva di pittura che riunisce gli artisti Antonio Bardino, Lindsey Bull, Valentina D’Amaro, Luca De Angelis e Vera Portatadino accomunati da una ricerca pittorica che indaga la natura come paesaggio della mente. Verde intrico di foglie, alberi e ombre, il bosco è il luogo del perdersi e, a volte, del ritrovarsi; archetipico percorso di iniziazione e di possibile metamorfosi. Natura selvatica, incontaminata, il bosco riflette pulsioni profonde di attrazione e repulsione che gli artisti in mostra vogliono restituire. Non si tratta quindi di vedute en plein air o di pittura di paesaggio, ma di visioni intime che proiettano nella natura sentimenti che sarebbe impossibile rendere se non per metafora. Un nuovo romanticismo, inteso come recupero della parte irrazionale del flusso creativo che si manifesta in molteplici forme perché i sentieri del bosco sono molti e ognuno trova il proprio, esplorando la propria interiorità.

Copertina GIDM

Testo Veronica Liotti

Zaino in spalla III

LANDINA 2015

 


LANDINA 2015

 Terza edizione il progetto sulla pratica della pittura di paesaggio.

Sette artisti invitati durante l’estate a realizzare un’esperienza di pittura en plein air, si è svolto in due giornate estive attraverso percorsi e luoghi del verbanese,

tra cui i Giardini di Villa Taranto, che per la prima volta hanno aperto le porte agli artisti di Landina.

Un giardino botanico creato dal Capitano Neil Mc Eacharn nel 1931 che ospita al suo interno ca. 20.000 specie e varietà di piante autoctone e non.

 

Landina 2015, Artisti: Antonio Bardino, Luca De Angelis, Sebastiano Impellizzeri, Massimo Kaufmann, Vera Portatadino e Marco Salvetti.

 La mostra di pittura en plein air verrà ospitata negli spazi del Museo del Paesaggio presso Palazzo Biumi Innocenti di Pallanza

 dal 29 settembre all’11 ottobre 2015. Opening domenica 27 settembre dalle ore 17.00


"naturae mirabilia"


naturae mirabilia"

I paesaggi laterali di Antonio Bardino
in mostra a Casa Sponge, da sabato 16 maggio

A cura di: Giovanna Giannini Guazzugli


Luogo: Sponge Living Space (Casa Sponge), via Mezzanotte, 84 – 61045 Pergola (PU)
Inaugurazione: sabato 16 maggio 2015 ore 18.30
Periodo: 16 maggio – 27 giugno 2015
Partner: Azienda Vinicola Terracruda di Fratterosa (PU)
Info: +39 339 4918011, spongecomunicazione@gmail.com www.spongeartecontemporanea.net


Il ciclo di mostre personali della settima stagione di Sponge ArteContemporanea si conclude con naturae mirabilia di Antonio Bardino, a cura di Giovanna Giannini Guazzugli. L’inaugurazione è prevista per sabato 16 maggio alle 18:30 presso Sponge Living Space (Casa Sponge) a Pergola.

Nell’ottica di una visione contemporanea che irradia da un terzo occhio, interiore, illuminato, fuori dal comune, l’approccio concettuale di Bardino alla pittura di paesaggio è drammaticamente moderno e raggiunge un lirismo universale. Bardino sceglie di guardare alla natura più marginale, ai “paesaggi laterali” come momenti di profonda suggestione estetica, in cui si racchiude un processo evolutivo, il tempo che scorre, la concatenazione degli eventi, fino quasi al sopravvento dell’impressione e del ricordo.
Le opere selezionate per questa mostra riguardano la produzione recente e in particolare il passaggio da una pittura più discorsiva, legata evidentemente alla poetica del “terzo paesaggio”, controllata nei soggetti e nella stesura, ad una pittura progressivamente condensata nell’atmosfera dei paesaggi, dai contorni sfocati, dai riferimenti incerti. Da una visione nitida e impostata le visioni laterali si abbandonano a una stesura libera, astratta, frutto di una maggiore concentrazione sulle possibilità della materia.


La mostra, in collaborazione con l’azienda vinicola Terracruda, sarà visitabile su appuntamento fino al 27 giugno 2015.

“DARKKAMMER”

"DARKKAMMER" - EXMA - Cagliari

a cura di R. Vanali e E. Carbone

dal 22 gennaio al 22 febbraio 2015


“Ricostruire l’universo in una stanza” (Lugli, 1983), era l’obiettivo delle Wunderkammer e delle Kunstkammer (camere delle meraviglie e gabinetti delle meraviglie) che nel XVI secolo prendono avvio grazie alle collezioni delle casate nobiliari e che possono essere considerate il primo passo verso l’istituzione dei musei. Tutto ciò che era inusuale nell’ambito del collezionismo dell’epoca, ovvero oggetti, piante e animali rari (naturalia) nonché parti provenienti da essi come piume, corna, zanne ma anche feti, animali e uomini deformi, gemme, pietre e strumentazioni scientifiche. Ne facevano parte anche scritti, dipinti, sculture e manufatti (artificialia) oltre ai famous hoaxes, ovvero falsi appositamente costruiti dall’uomo. Tutti questi reperti andavano a costituire i mirabilia, meraviglie talvolta raccapriccianti con l’obiettivo di ispirare curiosità e stupore.

Artisti: Adriano Annino, Silvia Argiolas, Antonio Bardino, Leonardo Boscani, Matteo Campulla, Piercarlo Carella, Franco Casu, Loredana Catania, Vanni Cuoghi, Elisa Desortes, Jacopo Dimastrogiovanni, Roberto Falchi, Marina Faggioli, Elisabetta Falqui, Nicola Filia, Andrea Fiorino, Matteo Galvano, Elisa Girelloni, Simone Loi, Monica Lugas, Pablo Lopez Luz, Makoto (Codice Bianco), Massimiliano Martino Degli Esposti, Dario Molinaro, Riccardo Muroni, Marcello Nocera, Andrea Nurcis, Giovanni Manunta Pastorello, Massimiliano Picconi, Gui Pondé, Francesca Randi, Laura Saddi, Fabio Saiu, Giuliano Sale, Valentina Sani, Matteo Sanna, Josephine Sassu, Chiara Seghene, Daniele Serra, Manuela Toselli.

“COUP DE FOUDRE # 1”

Contact Zone – Contemporary Art Gallery  - Lugano

group show di Francesco Ardini, Antonio Bardino, Kevin Francis Gray, Noemi Montanaro, Elena Monzo, Francesco Padovani, Flavio Tiberio Petricca, a cura di Guido Cabib.


Opening 16 Ottobre 2014 ore 18.00 – 21.00.

Indirizzo: Lugano, Via G.Pessina 8
email: contactzonegallery@gmail.com
Tel: +41 (0)79 845 2266
Website: www.contactzonegallery.ch

Art Verona 2014

Galleria MLZ Art Dep

9.10 - 13.10.2014 PADIGLIONE 12 | STAND G8

la Verità dell’Artificio

PAESAGGI LATERALI SU FRATTURA SCOMPOSTA

Nel nuomero di luglio agosto del magazine "Frattura scomposta"

http://www.fratturascomposta.it/fs_agosto.htm

CULT OF PERSONALITY - LEADING PERSONALITY DISEASE

a cura di Francesca Lazzarini e Marco Lorenzetti

23 maggio – 31 luglio 2014

 

GALLERIA MLZ Art Dep

via Galatti 14, Trieste

martedì - sabato, 10 - 13 e 16 - 19

 

www.mlzartdep.com

 

Attraverso una selezione di opere pittoriche e fotografiche, video e installazioni la mostra affronta in modo ironico e critico il tema del culto della personalità, indagando alcuni tra i suoi casi più celebri e i fenomeni sociali ad esso collegati. A introdurre la mostra è un ritratto tardo seicentesco di Luigi XIV, passato alla storia con l'epiteto di Re Sole come esempio dell'assolutismo monarchico e che, introducendo l'uso della parrucca arricciata, è stato il primo uomo politico a rendere la sua capigliatura argomento di interesse sociale. Ma cuore della mostra sono le opere di artisti contemporanei che attraverso linguaggi differenti affrontano figure di imperatori e faraoni, tiranni e capi di governo, eroi popolari, artisti e comunicatori: uomini che grazie al loro carisma sono diventati punti di riferimento nell'immaginario collettivo e personaggi che hanno invece fondato il loro potere sulla costruzione della propria immagine, rendendo la loro stessa esistenza oggetto di venerazione. Da Vladimir Putin a Ramses II, fino a Silvio Berlusconi, nessun caso sfugge al vaglio critico e ironico dell'arte che, in un mondo dominato dalle immagini, si rivela ancora oggi come uno tra i più preziosi strumenti di libertà e conoscenza.

 

In mostra: Adalberto Abbate (Palermo, 1975), Antonio Bardino (Alghero, 1973), Gabriele Bonato (Palmanova, 1980), Stefano Graziani (Bologna, 1971),Nataša Ljubojev (Sombor, Serbia, 1965), Calixto Ramirez (Reynosa, Messico, 1980), The Cool Couple (Niccolò Benetton, Arzignano, 1986 e Simone Santilli, Portogruaro, 1987), Davide Toffolo (Pordenone, 1965), Aleksander Velišček (Šempeter pri Gorici, Slovenia, 1982), Ampelio Zappalorto (Vittorio Veneto, 1956)

    •  

"Il lavorio dell'anima"

  • Dal 15 febbraio alle ore 18.00 al 18 marzo alle ore 19.00
     
    Artisti: Antonio Bardino – Thomas Braida – Valerio Nicolai – Ludovica Virginia Roncallo - kristian sturi – Aleksander Velišček

 

a cura di Alice Ginaldi

CART contemporary art MONZA

 

Sei artisti ci raccontano diverse modalità di appartenenza ad un territorio attraverso un unico medium: la pittura.

“Il lavorio dell'anima” rappresentava, per Socrate, l'obiettivo cui gli artisti del suo tempo dovevano tendere nella produzione dell'opera d'arte. Secondo il filosofo infatti bisognava rappresentare “i travagli dell'anima” osservando in che modo “i sentimenti influenzino il corpo in azione”. Bandite le espressioni facciali, che imbruttivano i lineamenti e le proporzioni del volto, era importante trasmettere le emozioni umane mediante le posture delle membra. In questa aspirazione, oggi difficile anche solo da comprendere, è interessante individuare due aspetti importanti. In primis l'aspettativa “profetica” che da sempre si ha nei confronti degli artisti, simili a cartine tornasole di un momento culturale e di un modo di visione che normalmente sfugge dalle mani e dagli sguardi. In secundis trovo oggi plausibile interpretare “il lavorio dell'anima” non solo come abilità di rappresentazione da parte dell'artista di una realtà a lui esterna, ma anche come opzione riflessiva, legata ad una lettura interiore. La pittura in questo senso rappresenta il medium più adatto, proprio per la sua intrinseca sincerità.

 

La mostra inoltre vorrebbe attivare una riflessione ad ampio respiro: è possibile parlare di regionalismo artistico in un periodo storico come quello attuale in cui l'essere sempre connessi è presupposto per la "sopravvivenza", almeno quella artistica/lavorativa? Gli stessi curricula degli artisti presenti in mostra dimostrano che oggi è sempre più raro nascere e formarsi in modo esclusivo in un territorio, bensì siamo tutti frutto di contaminazioni. L'esposizione alla Galleria CART si propone dunque come un raccoglitore di pensieri e di identità che sposano bene il concetto di glocalizzazione. Introdotto dal sociologo Bauman, è un termine che individua la necessaria connivenza di locale e globale nei sistemi societari odierni. I numerosi studi sugli effetti del globale nelle comunità locali di modeste dimensioni dimostrerebbero che la globalizzazione, pur apportando un notevole cambiamento, non sradica tradizioni e culture legate al territorio. Ugualmente i sei protagonisti di “Il lavorio dell'anima – passaggi di pittura a nordest” sono in grado di riflettere il piccolo universo che in qualche modo rappresentano, pur senza privarsi di uno sguardo trasversale e internazionale.

    •  

Upokeimenon

21 settembre – 10 Dicembre 2013

Nuovo Spazio espositivo di Casso

 

28 settembre – 03 novembre

Civico Aquario Marino di Trieste

 

a cura di Gianluca D’Incà Levis

in collaborazione con Michela Lupieri

 

 

Inaugurazione, sabato 21 settembre, ore 18.00 (Casso)

 

 

Sabato 21 settembre, una nuova esposizione collettiva verrà inaugurata nello Spazio espositivo di Casso (Pn). La mostra, dal titolo Upokeimenon, ha a tema l'acqua, intesa quale elemento fondativo e principio generatore. L'elemento liquido viene analizzato, svolto, rappresentato, attraverso le opere di 13 artisti contemporanei. Il corpo principale dell'esposizione sarà realizzato a Casso, e rimarrà visitabile fino al 27 ottobre. Al suo interno, un progetto site-specific, realizzato attraverso la Residenza, verrà sviluppato a sei mani da Michele Gabriele, T-Yong Chung, Jonathan Vivacqua. La mostra si completa e arricchisce poi di alcune partnership significative. La prima è con Trieste Next, Salone Europeo della Ricerca Scientifica, il cui tema per l'edizione del 2013 è Waterwise. Questa collaborazione con il Comune di Trieste ha portato Dolomiti Contemporanee ad operare direttamente all'interno dell'Aquario Marino di Trieste, dove verranno realizzate alcune installazioni, che entreranno in rapporto diretto con la struttura architettonica del Museo e con la sua collezione vivente. L'inaugurazione della sezione triestina della mostra, che è inserita nel programma di Next Off, si svolgerà sabato 28 settembre, alle ore 17.30, presso Panorama Giustinelli (info su www.triestenext.it).

Una seconda partnership è stata attivata con la NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, ed in particolare con il progetto La Piave, un workshop itinerante lungo il fiume Piave, parte del Master Paesaggi straordinari della NABA, ideato da Elisabetta Bianchessi, Alessandro Mason, Alessio Guarino. Questa collaborazione ha già prodotto, lo scorso 3 settembre, la performance Gli Esseri Viventi, di Enrico Vezzi, il cui lavoro sarà ripreso e sviluppato all'interno della mostra di Casso.

 

 

Artisti in mostra:

Francesca Banchelli, Antonio Bardino, T-Yong Chung, Arnold Mario Dall'O, Nebojsa Despotovic, Daniela Di Maro, Francesco Fossati, Michele Gabriele, Dimitri Giannina, Silvia Vendramel, Enrico Vezzi, Willy Verginer, Jonathan Vivacqua.

 

 

Partner culturali: Trieste Next, Naba Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, Servizio Musei Scientifici Trieste, Museo degli Zattieri di Codissago, Libreria Tarantola Belluno, Etrarte.

 

Patrocini: Fondazione Dolomiti Unesco, Provincia di Pordenone, Comune di Erto e Casso, Comune di Castellavazzo.

 

Enti sostenitori: Comune di Trieste.

 

Gallerie: Boccanera Arte Contemporanea Trento, Galleria Cart Monza.

 

Staff: Assistente curatrice: Michela Lupieri. Assistente: Veronica Mazzucco. Allestimento e gestione Spazio espositivo di Casso: Debora Manarin. Foto: Giacomo De Donà. Video: Paolo Dal Pont. Altri collaboratori: Susy Bigontina, Karin Casaril.

 

 

Nuovo Spazio espositivo di Casso

Via Sant'Antoni n.1

33080 Casso (Erto e Casso – Pn).

 

 

Info:

info@dolomiticontemporanee.net

press@dolomiticontemporanee.net

www.dolomiticontemporanee.net

tel. +39 0427 666068

tel. +39 338 1492993

 

www.triestenext.it

www.lapiave.org

 

 

 

"De rerum natura"

a cura di Daniele Capra

 

ARTISTI: Karin Andersen, Elena Arzuffi, Matteo Attruria, Antonio Bardino, Filippo Berta, Valerio Bevilacqua, Gunter Brus, Luca Casonato, Carlos Ceci, Marco Citron, Mauro Cuppone, Gianni De Val, Giancarlo Dell'Antonia, Elisabetta Di Sopra, Ulrich Egger, Marianne Greber, Daniela Manzolli, Gina Pane, Stefano Scheda, Serse, Kiki Smith, Devis Venturelli

 

 

GALLERIA DE FAVERI ARTE - LAB 610 XL

 

Frazione Servo 167/b (32030)

+39 3358035597 , +39 043998046 (fax)

info@defaveriarte.it

www.defaveriarte.it

 

 

catalogo: in galleria. Testo critico di Angelo Andreotti

patrocini: Regione Veneto

 

 

 

Pieve Di Soligo (TV) - dal 10 settembre al 23 ottobre 2011
Lost in Painting II

 
 
 
VILLA BRANDOLINI
Piazza Libertà 7 (31053)
+39 3349677948
eventi@fondazionefrancescofabbri.it
 
 
 
 
La rassegna, curata da Carlo Sala, vuole creare una mappatura delle più interessanti tendenze dell’arte emergente a nord-est. Una mostra realizzata secondo una visione plurale, fatta di stilemi profondamente diversi e sintomatici della produzione artistica recente.
A unirli è il desidero di interpretare il medium pittorico in chiave contemporanea, secondo un sentire post-dogmatico. La consapevolezza di un’evoluzione del mezzo e talvolta la necessità di farsi tramite di una rilettura di alcune ricerche pittoriche mai esaurite, secondo nuove interpretazioni.
orario: venerdì e sabato 16.00-19.00
domenica 10.00-12.00 e 16.00-19.00
 
biglietti: ingresso libero
vernissage: 10 settembre 2011. ore 17.30
curatori: Carlo Sala
autori: Antonio Bardino, Gabriele Bonato, Jernej Forbici, Gabriele Grones, Tiziano Martini, Chiara Sorgato, Aleksander Velišcek
telefono evento: +39 0438985335
genere: arte contemporanea, collettiva
email: cultura@comunepievedisoligo.it
web: www.turismo.provincia.treviso.it